Abbiamo parlato in un precedente articolo di cos’è la Data Virtualization e di come la sua applicazione in azienda possa essere di aiuto nella diffusione della cultura del dato e di supporto ai processi in ottica di digital trasformation. I vantaggi e benefici che la Data Virtualization porta in azienda riguardano tutti i data consumer  anche se ovviamente si riflettono sul lavoro di ciascuno in modo diverso. Vediamo per le diverse funzioni aziendali, quali sono i benefici più evidenti.

 

Data Virtualization: i benefici per i Data Architect

La Data Virtualization permette ai data architect di creare e gestire moderne architetture astraendo la complessità dell’accesso ai dati. In questo modo l’architetto è in grado di concentrarsi molto di più sulla data governance, ad esempio sfruttando la data virtualization per applicare controlli sull’accesso ai dati delle diverse figure aziendali. In breve quindi, non solo sarà più veloce ed agile la realizzazione e la manutenzione dell’architettura, ma sarà anche più semplice e veloce l’accesso ai dati da parte degli utenti.

 

Data Virtualization: i benefici per gli sviluppatori

L’accesso semplificato e controllato ai dati è un ottimo punto di partenza per gli sviluppatori perché, tra le altre cose, riduce al minimo la necessità di codifica manuale, consentendo agli sviluppatori di concentrarsi su altre attività, come l’ottimizzazione della distribuzione delle informazioni su larga scala. Permette cosi di  costruire soluzioni per i clienti in tempi molto più rapidi e di dare loro accesso ai dati necessari in modo veloce e controllato.

 

Data Virtualization: i  benefici per i CxO

I CxO, quindi i leader aziendali dei diversi reparti, possono toccare con mano i vantaggi della Data Virtualization osservando come cambiano le perfomance e il modo di lavorare dei loro teams. Oltre ad osservare grandi risparmi in termini sia economici che di tempo, i leader aziendali hanno adesso modo di prendere decisioni consapevoli e tempestive perché basate su processi interni molto più precisi ed efficienti. Ad esempio i chief risk officer sono in grado di reagire meglio alle situazioni di rischio analizzando i dati in tempi utili e quindi riuscendo a mitigare efficacemente gli effetti negativi. Oppure i chief marketing officer: grazie ad un accesso ai dati e alle analisi fatte su essi dai team di data science sono in grado di impostare al meglio le campagne per ottimizzarne gli effetti. Oppure ancora i chief information officer sono in grado di accelerare i risultati aziendali a un costo inferiore.

 

Data Virtualization: benefici per i Data scientist

La data virtualization è strettamente legata alla Data Science: le tecniche avanzate di data science, sono estremamente utili per ricavare informazioni preziose dai dati, le piattaforme di Data Science sono sempre più accessibili, ma comunque il Data Scientist trascorre ancora la maggior parte del tempo a pulire e manipolare i dati per renderli utilizzabili a fini analitici. In questo senso la Data Virtualization è un ottimo strumento per rendere i dati aziendali più accessibili, semplificare la fase di preprocessing e lasciare ai Data Scientist tutte le energie da dedicare agli aspetti più analitici ed avanzati.

 

Approfondiremo quest’ultimo punto durante il webinar del 30 Marzo “La Data Virtualization a sostegno della Data Science” insieme ad Andrea Zinno, sales Manager di Denodo, Laura Margara, Data Scientist e Manuela Viggiani BI Consultant in Bnova.

Iscriviti al webinar DENODO

Approfondimenti da BNext:

Customer churn rate: tecniche e strumenti per capire quando un cliente se ne vuole andare

Customer churn rate, tecniche e strumenti per capire quali sono le cause che portano un cliente a cercare alternative

Churn analysis, cos’è e a cosa serve

In cosa consiste la churn analysis e per quale motivo le analisi predittive rivestono un ruolo fondamentale

Niky Analytics, analisi avanzate dei dati per il Retail Marketing

Gli analytics nel retail: Niky Analytics per migliorare l’esperienza del cliente, aumentare le vendite e ottimizzare le operations

Dataiku: le novità della release 9

Dataiku, tante novità. Le energie si concentrano sul processo di trasformazione e analisi del dato e sulla collaborazione con altri tool, come Tableau

Predictive Analytics nel Retail marketing, i casi d’uso

Retail marketing, i casi d’uso delle predictive analytics. Alcuni esempi applicativi delle analisi predittive nell’ambito del Retail marketing

Retail Analytics, la Data Science applicata al settore del commercio

Cosa sono i Retail Analytics, a cosa servono e per chi sono utili. Scopri come sfruttare al meglio la Retail Data Analysis

Dataiku: Intelligenza Artificiale per le case farmaceutiche

Oltre il 60% delle aziende farmaceutiche sono state identificate come “principianti” quando si parla della loro maturità riguardo l’AI.

denodo: quando la Data Virtualization fa la differenza

La data virtualization è trasversale e può fare la differenza in quelle situazioni in cui i dati sono su diverse fonti da integrare

Le analisi di coorte integrate in Niky, la piattaforma di Customer Analytics di BNova

Nelle analisi di coorte integrate in Niky puoi osservare l’evoluzione nel tempo delle coorti acquisendo informazioni di valore per il business

Analisi di coorte: esempi reali ed applicazioni

Tra gli esempi più significativi di applicazione delle analisi di coorte ci sono quelle specifiche relative ai clienti, prima fra tutte quella che consente di “mappare” il customer journey partendo dall’analisi dei comportamenti delle persone