Con l’avvento della pandemia anche le aziende più restie alla digitalizzazione hanno dovuto muoversi in questa direzione per poter sopravvivere. “Il nuovo Piano Nazionale 4.0 è il primo mattone su cui si fonda il Recovery Fund italiano”, questo il commento del Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli: il Piano di Transizione 4.0 prevede infatti una serie di incentivi, bonus, agevolazioni per le aziende che investiranno sull’innovazione e sostenibilità ambientale. L’obiettivo della transizione non è solo superare l’attuale momento di crisi, ma cercare di “sfruttarlo” al meglio per incentivare le aziende a digitalizzarsi e permettere loro di modernizzarsi per affrontare al meglio il mercato globale.

Perché in un momento così delicato si è scelto di investire nel settore HiTech? Perché si tratta di tecnologie che hanno lo scopo di aumentare la produttività e la flessibilità della filiera produttiva, oltre che rendere i servizi più efficienti e ridurre sia il time-to-market, sia di conseguenza i costi.

Per godere a pieno di questo potenziale vantaggio competitivo è importante affidarsi ai professionisti del settore tecnologico e digitale: la suite IoT Keplero è la soluzione di BNova per progetti di questo tipo. Keplero è in grado di connettersi nativamente a dispositivi di vario genere attraverso protocolli eterogenei, in questo modo è possibile impostare progetti di monitoraggio, manutenzione predittiva e analisi in tempo reale dei dati provenienti da macchinari, sensori e dispositivi di diverso tipo. Inoltre Keplero risponde alle caratteristiche dei nuovi incentivi, per cui rientra nelle tecnologie coinvolte nel Piano di Transizione 4.0.

 

👉🏻 Vai all’articolo originale: “Transizione 4.0: la strategia per imprese più smart e green

 

CTA_keplero_infografica