Nel 2019 il primo convegno italiano in materia di deepfakes, la Polizia Postale accende i riflettori su una realtà che non possiamo più ignorare. L’IA (Intelligenza Artificiale), ML (Machine learning), la rivoluzione digitale sono state, sono e saranno grandi opportunità, ma come tali possono generare controversie importanti se utilizzate impropriamente.

 

Cosa sono i deepfakes? Perchè sono pericolosi?

 

Il deepfake è una tecnica che consiste nella manipolazione di contenuti digitali.

Al contrario delle “fake news”, che sono per definizione notizie redatte con informazioni inventate, ingannevoli o distorte, la tecnica delle “deepfakes” viene usata per combinare e sovrapporre immagini e video realmente esistenti con altri video o immagini che ritraggono i soggetti, tipicamente personaggi noti, in modo da ricreare situazioni in cui il soggetto ha un atteggiamento ambiguo, sconveniente o sta pronunciano frasi fuori luogo. La gravità di queste notizie è dovuta alla tecnologia sottostante: si tratta di manipolazioni talmente ben riuscite da risultare del tutto realistiche per cui la pericolosità delle deepfakes non è tanto il come replicare, ma il come capire che si tratta di una notizia non vera.

La loro creazione si basa sull’uso di intelligenza artificiale e machine learning: grazie a queste si riesce a ricreare il volto o la voce di una persona proprio come se fosse ripresa da una telecamera. La tecnologia è molto complessa, ma gli strumenti di base sono facilmente reperibili, soprattutto in un contesto in cui la condivisione di immagini e audio è ormai indiscreta: con le conoscenze tecniche adeguate possono bastare poche immagini per produrre video deepfake difficili da riconoscere come tali. Tra gli esempi più simpatici di applicazione del deepfake si è ridata virtualmente vita ad Albert Einstein, Salvador Dalì, Marilyn Monroe, Dostoevskij, addirittura, alla Gioconda ritratta da Leonardo da Vinci.

Dal momento che è il non lecito ad attirare più sguardi, neanche a dirlo il primo settore in cui tale tecnica è stata usata è quello della pornografia. Sono, tuttavia, molti i settori (e i pericoli) che possono essere coinvolti. The Economist ha pubblicato un video informativo sul tema (https://www.mishcon.com/news/tv/now-and-next-the-danger-of-deepfakes)

 

Una caratteristica di BNova è la grande curiosità ed attenzione alle novità che vedono coinvolto il nostro settore, siamo pronti ad approfondimenti e allo studio di tecniche che possano contrastare tali fenomeni, forti di esperti in materia informatica e legale ormai parte della nostra famiglia.

Per la rubrica “A proposito di…” parliamo di deepfakes con Giulia e Laura, Data Analyst e Data Scientist del team di Data Science di BNova. In questo podcast proponiamo una breve intervista sul tema. Invitiamo tutti come sempre, qualora interessati, a contattarci per domande o situazioni che vi piacerebbe esporci.

 

New call-to-action


Approfondimenti da BNext:

Deep learning: cos’è e quali le applicazioni 

Nell’ampio vocabolario dell’intelligenza artificiale c’è una tecnica sempre più diffusa che promette di affrontare i problemi più complessi: il deep learning. Grazie all’impiego delle reti neurali profonde, il deep learning consente di correlare i dati con una...

Machine learning e deep learning: quali le differenze

Machine learning (ML) e deep learning (DL) sono termini sempre più ricorrenti nel vocabolario tecnologico, oltre ad essere sempre più utilizzate nelle applicazioni enterprise e mainstream. Prima di entrare nel merito, per comprendere in cosa consistono e cosa le...

Le differenze tra intelligenza artificiale debole e forte

L’intelligenza artificiale è una tecnologia ormai entrata stabilmente a far parte della nostra quotidianità, dai semplici assistenti domestici ai più complessi sistemi di robotica industriale. Nella sua definizione più ampia, l’intelligenza artificiale è un termine...

IoT Analytics: il valore di applicare il Machine Learning all’IoT 

L’Iot consiste in un sistema formato da dispositivi informatici univoci e interconnessi, capaci di scambiare dati attraverso la rete in maniera autonoma, sfruttando un protocollo di comunicazione. Quando ci si riferisce all’Internet of Things (IoT), infatti, si pensa...

Cosa sono e come funzionano i sistemi di raccomandazione 

Prima della diffusione di internet e dei motori di ricerca, trovare informazioni utili ad uno specifico argomento o contesto era molto difficile, richiedeva tempo, ricerche lunghe e faticose, e spesso risultava costoso in quanto non era inusuale dover acquistare libri...

Industria 4.0 e strategie di manutenzione: le differenze tra manutenzione reattiva, preventiva e predittiva 

Per comprendere al meglio le caratteristiche e le potenzialità dell’Industria 4.0 è importante fare chiarezza sul mix tecnologico e di conoscenze che hanno portato dall’Industry 1.0, rivoluzione della manifattura grazie all’energia meccanica, fino all’Industry 2.0,...

Industrial Internet of Things: cos’è e quali le sue applicazioni

Abbiamo spesso parlato di  IoT, si tratta di un argomento strettamente legato ai Big Data e alle Advanced Analytics: dall’IoT arrivano la maggior parte di dati grezzi, che vanno ad alimentare i cosìdetti big data poi filtrati, ordinati e analizzati per estrarne valore...

Algoritmi di machine learning: come funzionano e quali sono

La definizione di Machine Learning è decisamente parlante: l’apprendimento automatico è, infatti, quella branca dell’intelligenza artificiale in cui una macchina (un programma, un algoritmo) si propone di apprendere dai dati e imparare dai suoi errori in maniera...

Dataiku: Machine Learning a portata di tutti senza scrivere una riga di codice

Come democratizzare l’analisi dei dati e l’apprendimento automatico a livello operativo e di business facendo in modo che tutti gli utenti, anche senza alcuna competenza tecnica, possano sfruttare le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale. Nell’attuale contesto...

XAI – Cosa si intende per eXplainable Artificial Intelligence?

Parlare di Intelligenza Artificiale è ormai all’ordine del giorno. Gli ambiti di applicazione sono i più vari, si spazia dall’uso a supporto delle aziende e industrie in genere, quindi commercio al dettaglio, ottimizzazione di magazzini, inventari, rifornimenti,...