Come democratizzare l’analisi dei dati e l’apprendimento automatico a livello operativo e di business facendo in modo che tutti gli utenti, anche senza alcuna competenza tecnica, possano sfruttare le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale.

Nell’attuale contesto globale, sempre più dinamico e variegato, le aziende di ogni settore e dimensione per rimanere competitive possono avvalersi dei vantaggi ottenibili sfruttando i propri dati aziendali: trasformare le proprie strategie aziendali in ottica Data Driven è il primo passo, fondamentale per riuscirci.

Essere un’impresa “basata sui dati” significa che tutti, indipendentemente dal ruolo o dal team di lavoro, devono avere un accesso appropriato ai dati di interesse ed alle informazioni che derivano dalla loro analisi. In questo modo si riesce a diffondere a tutti i livelli quella conoscenza e consapevolezza del contesto aziendale di cui tutti hanno bisogno per svolgere al meglio il proprio lavoro e prendere decisioni accurate, oggettive ed efficaci. Questo è ciò che si intende quando si parla di democratizzazione dei dati.

Oggi i processi decisionali non si basano più soltanto sull’esperienza pregressa delle aziende e delle persone, ma sono resi ancor più efficaci grazie al ricorso a tecniche di Machine Learning e Intelligenza Artificiale. Portare queste tecniche e tecnologie così avanzate alla portata di tutti, d’altra parte, non è un passaggio semplice se non ci si appoggia agli strumenti adatti, come Dataiku.

Abbiamo affrontato il tema della democratizzazione dei dati e di come portarla in azienda in modo intuitivo , chiaro e veloce nel Live Talk “Machine Learning a portata di tutti, senza scrivere una riga di codice” organizzato da BNova in collaborazione con Dataiku.

Gli esperti di Dataiku e di BNova si sono confrontati con i partecipanti, scoprendo che in effetti molte realtà aziendali ancora non possiedono gli strumenti necessari per rendere i dati aziendali disponibili a tutti, se non chiedendo supporto (ma solo in pochi casi) ai reparti IT. Questa situazione si può risolvere in modo agevole, senza impatti sulle architetture esistenti, scegliendo lo strumento giusto: BNova propone Dataiku.

Grazie a Dataiku, piattaforma di Data Science collaborativa e condivisa, è infatti possibile permettere a tutti in azienda di prendere visione dei dati e delle loro analisi, di gestirli, osservarli e su essi basare le proprie decisioni, permettendo così una più larga diffusione della cultura del dato e avvicinando sempre di più l’azienda verso una visione Data Driven.

Nel suo intervento Thomas Dussarrat Partner Manager di Dataiku offre alcuni interessanti spunti di riflessione sugli “elementi” che dovrebbero caratterizzare oggi le aziende cosiddette data-driven, partendo dal presupposto che una delle direttrici sulle quali sviluppare tale paradigma evolutivo è dato dalla democratizzazione del dato che passa attraverso la democratizzazione delle tecnologie.

Massimiliano Vitali, Client Manager di BNova, ha partecipato con un punto di vista orientato al business: quanto è diffusa ad oggi la data democratization e a che punto è in generale il processo di digitalizzazione delle aziende, le barriere tecnologiche e, di conseguenza, delineando quelle che sono attualmente le necessità reali delle aziende e quanto strumenti collaborativi e democratici, come Dataiku, possono aiutare a superare le difficoltà in ottica di trasformazione strategica Data Driven.

Giulia Lucherini del Data Science team di BNova, ha riportato l’evento su concetti tecnici facendo una panoramica di Dataiku, piattaforma di Data Science che promuove la democratizzazione dei dati fornendo un’interfaccia grafica semplice ed intuitiva che permette anche ad utenti non tecnici di avere visione completa dei dati e dei risultati delle analisi di Machine Learning e Intelligenza Artificiale. Grazie ai recipe grafici gli utenti sono in grado di impostare e navigare i flussi per la preparazione dei dati e per l’applicazione di algoritmi di Data Science e Machine Learning, anche senza avere approfondite conoscenze tecniche in tema di analisi dati sfruttando le procedure guidate che permettono di fare tutto ciò code-less. Inoltre grazie alle dashboard condivise è possibile passare agli utenti la conoscenza estratta dai dati e dati algoritmi per supportarli nelle loro scelte e decisioni.

Ascolta gli interventi completi di Thomas, Massimiliano e Giulia guardando il video registrato del Live Talk.

New call-to-action
ARGOMENTI CORRELATI
Categoria: INTELLIGENZA ARTIFICIALE
Concept grafico che richiama l'analisi sui dati IoT. Immagine che raffigura le mani di un uomo di fronte a tablet e smartphone su cui appare una dashboard analitica

IoT Analytics: il valore di applicare il Machine Learning all’IoT 

L’Iot consiste in un sistema formato da dispositivi informatici univoci e interconnessi, capaci di scambiare dati attraverso la rete in… Leggi tutto

Concept grafico che richiama i sistemi di raccomandazione. Immagine che raffigura un uomo e una donna alla scrivania di fronte al computer.

Cosa sono e come funzionano i sistemi di raccomandazione 

Prima della diffusione di internet e dei motori di ricerca, trovare informazioni utili ad uno specifico argomento o contesto era… Leggi tutto

Industria 4.0 e strategie di manutenzione: le differenze tra manutenzione reattiva, preventiva e predittiva. Immagine che raffigura due chiavi inglesi posate sulla tastiera di un computer.

Industria 4.0 e strategie di manutenzione: le differenze tra manutenzione reattiva, preventiva e predittiva 

Per comprendere al meglio le caratteristiche e le potenzialità dell’Industria 4.0 è importante fare chiarezza sul mix tecnologico e di… Leggi tutto